Ciao, mi chiamo Marco, sono uno studente universitario che ha vissuto un’esperienza Erasmus a Londra. Spero che questa testimonianza vi possa aiutare nel caso in cui decideste di vivere un’esperienza come la mia, in una delle città più belle e affascinanti al mondo.

ERASMUS A LONDRA: PERCHÈ MI HA CAMBIATO LA VITA!

 

  • Perchè Londra?

Sai, le cartoline con il Big Ben, le guardie inglesi, la bandiera rossa-bianca-blu, il London Eye, tutti quei ponti… mi hanno sempre affascinato e trasmesso forti emozioni. Fin da quando ero bambino ho sempre sognato di vedere Londra, viverla e perchè no godermela, ma per un motivo o per l’altro, vuoi per la pigrizia, vuoi per il costo, non mi sono mai imposto: “dai Marco, fa la valigia e parti“. Bhè, alla fine non ho resistito alla “london calling” e si sa: quando Londra chiama, è impossibile non rispondere.

 

  • Perchè Londra è diversa?

La vita, i colori, le musiche, gli artisti di strada, i parchi, i mercatini, l’atmosfera londinese, ha un fascino che nessuna città può avere, tutto ti seduce. Di Londra ti potrai innamorare a prima vista e potresti iniziare ad odiarla, con il passare del tempo (o viceversa). Quello che è certo è che difficilmente ti lascerà indifferente. Ha un dinamismo pazzesco, ti carica di adrenalina, e ti riempie ogni giorno di voglia di fare. Ha ritmi tutti suoi e offre opportunità che altre città non fanno.

 

  • Cosa consiglieresti di fare prima della partenza?

Informatevi! Il Brexit, la sterlina, la guida a sinistra, il “cibo” e i costi alti, sono solo alcuni dei fattori da considerare e studiare prima della partenza. Oggi, grazie ai milioni di siti che si hanno a disposizione è possibile farlo in pochissimo tempo.

 

  • Che consigli daresti per quanto riguarda la ricerca dell’alloggio a Londra?

Fate un bel respiro profondo e armatevi di pazienza. Affittare un appartamento è qualcosa di impensabile se si vuole affrontare un’esperienza Erasmus.

Da studente italiano sono partito con un budget piuttosto limitato, se comparato agli standard londinesi, con aspettative sugli alloggi del tutto sballate. Avete presente le classiche case londinesi, con la porticina colorata, la scaletta all’ingresso e l’elegantissimo praticello verde inglese? Belle vero? Ma non faranno per voi, visti i costi…

La mia ricerca dell’appartamento è iniziata ovviamente sul web, e, dopo aver visitato diversi siti e aver esaminato diverse soluzioni ho inevitabilmente ridimensionato quelli che erano gli standard iniziali che mi ero imposto. No bidet, si moquette, water in uno stanzino cieco e letto in cucina sono solo alcune delle tante “meraviglie” che dovrete accettare a malincuore, se si considera il budget da studente Erasmus.

Tra le varie opzioni disponibili, alla fine, ho optato per l’affitto di una stanza in condivisione con altri studenti e mi sono affidato ad uno dei moltissimi siti di flatsharing, chiamato Room Club. Occhio però! Tra le numerosissime piattaforme online, che vi offrono appartamenti a costi ridicoli in posizioni vista Westminster, le truffe sono all’ordine del giorno (tutto il mondo è paese!). Devo dire che sono stato fortunato, poiché loro si sono occupati di tutto, già prima che arrivassi a Londra, ho dovuto solamente ritirare le chiavi e trasferirmi con i bagagli. Se doveste fare affidamento ad altri siti, il mio consiglio è quello di cercare in maniera costante, poiché a Londra gli appartamenti si liberano con una frequenza inimmaginabile.

 

  • E per quanto riguarda invece la scelta dell’alloggio e il costo?

Londra è immensa, ma ben collegata. I mezzi pubblici sono parecchio costosi, ma sono davvero efficienti, non come “da noi”. Per scegliere la miglior soluzione bisogna fare 2 considerazioni:

1

ZONA e TRASPORTI: la città è divisa in zone, dalla 1 (centro) alla 9 (periferia). Gli affitti nelle zone 1 e 2 sono più elevati, mentre il costo dei mezzi pubblici sono più contenuti. Più si va verso la periferia e più gli affitti si abbassano e i costi dei trasporti si alzano.

2

2- La scelta dipende dalle risorse che si hanno: TEMPO e DENARO. Ovviamente consiglio di trovare qualcosa vicino al luogo di studio/lavoro, poiché si può risparmiare davvero molto in termine di tempo e costi. Forse per uno studente Erasmus è meglio vivere tra la zona 1 e 2, nel cuore pulsante della città, la zona più viva, attraente e dove si respira la vera atmosfera londinese. Considerate che se doveste scegliere un alloggio in periferia quello che risparmiereste sull’affitto lo spendereste in abbonamento per i trasporti. Valutate bene!

Per quanto riguarda la scelta del quartiere è possibile consultare il sito della Metropolitan Police London che può fornirvi i dati relativi alla sicurezza nei quartieri. Io mi trovo a Shepherd’s Bush, un bellissimo quartiere in zona 2, ricco di negozi, ristoranti e anche di verde! Se si vuole risparmiare consiglio caldamente di affittare una stanza, di considerare una spesa compresa tra i £650-£800 e di non scendere sotto i £600 per evitare di ritrovarvi in microscopici bugigattoli. Non vi demoralizzate se non trovate subito il vostro “alloggio dei sogni”, come già detto l’offerta è molto ampia e si rinnova di giorno in giorno. Una volta trovata la stanza adatta non esitate a dimostrare il vostro interesse, potrebbe sfuggirvi dalle mani da un momento all’altro.

 

  • Sul costo della vita a Londra?

Alto, molto alto. Lo sanno tutti che Londra è costosa. Basti pensare che un pacchetto di sigarette costa 20£ (circa 24€)! Per fortuna che non sono un fumatore! Anche andare a farsi un bicchiere di birra o di vino al bar, se confrontato all’Italia, ha un costo esagerato.

 

  • Problemi con la lingua? Hai avuto problemi a conversare con i locali? Consigli di seguire un corso?

Il mio livello iniziale era intermedio, poiché venivo da esperienze passate, ma l’inglese di Londra è tutta un’altra cosa. L’accento, chiamato Cockney, all’inizio è quasi incomprensibile, ma non vi scoraggiate, con il tempo ci farete l’abitudine.

Il consiglio che vi do è di cercare di evitare i connazionali, poiché con loro non allenerete mai il vostro livello di inglese. Non è necessario seguire alcun corso se lo si parla quotidianamente, il suggerimento che vi voglio dare è di parlare, parlare e parlare. Uscite! Conoscete gente! Andate nei pub e parlate!

 

  • È stato facile adattarsi allo stile londinese?

Ovviamente no, c’è voluto un po’ di tempo. Il fatto che Londra sia multietnica, però, vi farà entrare in contatto con stili di vita e culture completamente diverse, dalle quali potrete attingere per ampliare il proprio bagaglio e aprire la mente. Molte tradizioni italiane sono volontariamente rimaste intatte, come l’angolo casa, il cibo cucinato a mano con tanto amore e il buon caffè nell’immancabile moka.

Per quanto riguarda l’offerta degli intrattenimenti, Londra non fa mancare nulla e di certo non fa annoiare. Considerate inoltre che per muovervi non vi servirà per forza un’auto o un motorino (sono davvero poche le persone che dispongono di un mezzo proprio), ma potrete beneficiare di un servizio di trasporto incredibilmente efficiente. Basti pensare all’Oyster Card, una carta magnetica ricaricabile in qualsiasi punto della città, anche tramite smartphone, che permette di utilizzare indistintamente autobus, Tube, DLR, tram, MBNA Thames Clippers, London Overground e la maggior parte dei servizi della National Rail. Sarà difficile perdersi!

 

  • 5 aspetti migliori di Londra e della tua esperienza Erasmus?

La vitalità, l’efficienza e l’atmosfera londinese sicuramente rientrano tra questi. Inoltre la possibilità di migliorare estremamente il livello del proprio inglese e le moltissime opportunità che vengono offerte. Un pensierino di trasferirmi qui ce l’ho in mente già da un po’.

 

  • 5 aspetti negativi?

Sicuramente il costo della vita, la difficoltà nel trovare l’alloggio, attraversare la strada (il primo mese l’ho trascorso rischiando quotidianamente la vita, non sai mai dove guardare e a volte anche dopo aver controllato ti sbagli, mi sentivo uno stupido – un piccolo consiglio: leggete per terra, c’è scritto dove guardare!), il tempo (anche se non è vero che piove tutti i giorni!) e ovviamente il cibo (anche se nei supermercati si trovano facilmente prodotti italiani di buona qualità).

 

  • Vorresti dare 5 consigli ad altri studenti che stanno per iniziare un’esperienza Erasmus a Londra?

1

Londra è immensa, ma non spaventatevi. Scaricatevi l’applicazione Citymapper, che vi aiuterà a non perdervi, e acquistate l’Oyster Card.

2Come già anticipato, cercate di non condividere l’appartamento con ragazzi italiani. Per quanto sicuramente sarà più facile interagire, è inevitabile che non migliorerete il vostro livello di inglese.

3Cercate di trovare dei gruppi universitari sulle varie piattaforme social. Iscrivetevi e fate conoscenza con altri studenti come voi, che sicuramente si troveranno nella vostra stessa situazione.

4

Viaggiate, ogni weekend prendete l’autobus e muovetevi, visitate posti, vivete la città!

5

Sull’autobus sedetevi sopra… farà tutto un altro effetto!…

 

 

  • Consiglieresti come meta Erasmus Londra?

Decisamente! Venire qui ti darà la possibilità di imparare moltissimo, ti arricchisce e ti fa crescere sotto tutti i punti di vista. Non fatevi sfuggire questa occasione!

 

  • Ci vediamo a Londra?

See you in London!

 

SE STAI CERCANDO UNA STANZA A LONDRA IN VISTA DELL’ERASMUS DÀ UN’OCCHIATA QUI.